Christie’s: ora il vino arriva solo dal web

Si è aperta l’era delle aste dei fine wines interamente ed esclusivamente online: a dare il via alle danze ci ha pensato Christie’s, che ha accettato, nella sua ultima auction di vini pregiati, solo offerenti provenienti dal mondo della rete. L’asta online, è stata una spinta di Christie’s per guadagnare compratori di vini di alta fascia. Il vino è infatti la categoria più popolare online e rappresenta il 21% delle vendite di Christie’s nel mondo. Alla fine sono stati 444 i concorrenti iscritti provenienti da 29 paesi, tra cui Lettonia, Indonesia e Brasile e, tra un clic internazionale e l’altro, sono stati battuti lotti per oltre 820mila dollari. Ad aggiudicarsi la palma di pezzo più pregiato è stata una cassa di Chateau Lafite 1982, una delle migliori annate del secolo scorso, per la critica, venduta per 42.350 dollari.
Ma sono stati venduti anche 2 lotti di Chateau Mouton-Rothschild del 2000, ciascuno composto da una dozzina di bottiglie, per 16.940 dollari e 12 bottiglie di Chateau Latour 1982 per 21.780 dollari.

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *