Cantine Tornatore: il fascino di Etna bianco, Etna rosato, Trimarchisa e Pietrarizzo

Ebbene sì, ci abbiamo pensato, a lungo, poi abbiamo deciso di fare questa prova. Eccovi la prima video degustazione di Avvinando. Nulla di nuovo ma per noi è una piccola rivoluzione. Vuoi per timidezza, vuoi perché effettivamente l’impegno è più gravoso, l’idea di far diventare questo sito un video-blog l’abbiamo sempre rimandata anche se ci sta stuzzicando da tempo. Alla fine abbiamo deciso di pubblicare questa degustazione fatta qualche mese fa (come si vede dalle maniche corte) ma ancora del tutto attuale nel senso che le bottiglie sono ancora in commercio. Nei video qui sotto trovate quindi i nostri assaggi di quattro vini di Cantine Tornatore, una realtà molto interessante alle pendici dell’Etna, che ci hanno colpito fin da subito al primo assaggio a Sicilia en Primeur: Etna bianco, Etna rosato, e i cru Trimarchisa e Pietrarizzo. Manca l’Etna Rosso non perché non sia meritevole ma perché lo stiamo assaggiando in questi giorni. Possiamo dire che si sta dimostrando un gran bel vino, di cui magari parleremo a parte in un prossimo futuro.

A questo punto la parola a voi lettori. Diteci cosa ne pensate. Vi interessano, vi piacciono dei video sul vino fatti così sul nostro blog? Li vorreste differenti? Fateci sapere qui, su Facebook o su Twitter. Attendiamo le vostre opinioni.
Sergio e Raffaele

Ps: Un grazie grande come una casa va a Lorenzo D’Orazio che ha trasformato i nostri sproloqui improbabili in video plausibili

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Cantine Tornatore: il fascino di Etna bianco, Etna rosato, Trimarchisa e Pietrarizzo

  1. Bellissimi filmati, ben realizzati, accuratamente montati, ben condotti dai nostri due degustatori doc … però mettetevi d’accordo, fissate una tregua, fate fronte comune !!!

  2. Bravi
    Sicuramente un bel metodo di raccontare il vino e farlo conoscere
    Terminologia usata appropriata e comprensibile anche se talvolta la preferirei un pochino più semplice
    Congratulazioni per la bella iniziativa che avvicina il vino ai consumatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *