A Sicilia en Primeur 2017, Etna e vini del vulcano

Chi ha visitato l’Etna sa di trovarsi in un luogo speciale. Un vulcano di oltre tremila metri che si affaccia sul mare in un’isola, la Sicilia, al centro del Mediterraneo. Una terra che ha visto l’incrocio di culture, in cui storia umana e geologica hanno costituito un ambiente unico e stratificato.

L’unicità del territorio non è sfuggita ai molti viticoltori che negli ultimi decenni vi stanno investendo, insieme agli storici pionieri, dando nuova vita e blasone ai vini di questa antica regione. A fianco infatti delle cantine storiche troviamo un fiorire di aziende che, con grande impegno, di anno in anno stanno sperimentando per trovare la miglior chiave di interpretazione del territorio e delle sue uve autoctone, principalmente nerello mascalese per i rossi e carricante per i bianchi.

Abbiamo visitato in occasione di Sicilia en Primeur 2017, anteprima del vino siciliano, alcune cantine etnee, la maggior parte delle quali ci hanno sorpreso per eleganza e tipicità dei vini. Cercheremo per ognuna di esse di concentrarci su uno o due portabandiera della filosofia aziendale, impresa non facile e a rischio di dilungarci un po’… Continua a leggere

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Cantina Tramin lancia il suo vino… Epokale

 

Fa strano pensare come certi luoghi cambino destinazione di utilizzo e come questo cambiamento sia foriero di sentimenti opposti. A cosa vi fa pensare una miniera? Al buio, al pericolo, alla fatica. Un luogo respingente che sembra togliere più che dare, sebbene dalle viscere della terra escano metalli preziosi. Dalla miniera di Monteneve in Val Ridanna in Alto Adige, per 800 anni, sono usciti piombo, zinco e argento. La più attiva e prolifica dell’intero arco alpino. Continua a leggere

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Cantina Terlano: Terlaner 1991 Rarity: un miracolo di longevità

Terlaner Rarity 1991: un grandissimo vino direttamente dal secolo scorso

Sì lo sappiamo. Stavolta si tratta di un vino per le tasche, anzi per i palati, di pochissimi. Non ci sono molte bottiglie in giro (3.300) e quelle poche costano più o meno 240€. Quindi perché ne parliamo visto che Avvinando si è sempre contraddistinto per proporre vini dal favorevole rapporto qualità prezzo? Semplicemente perché è bello sapere che c’è. Che c’è un vino bianco italiano che si può bere dopo 26 anni e trovarlo ancora fresco, quasi beverino. Lo fa Cantina Terlano, si chiama Terlaner 1991 Rarity ed è stato tenuto in botte grande per un anno, poi in vasca sui lieviti fino al gennaio 2016 per infine riposare un annetto in bottiglia e quindi giungere sugli scaffali delle migliori enoteche del mondo. Abbiamo assaggiato anche tre annate di Primo Grande Cuvée ma ne parleremo in una seconda occasione.  Continua a leggere

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Il Premio Arrigoni alla Fondazione onlus friulana Pecorari

Il ricordo e la memoria sono aspetti che permettono di andare oltre il tempo e di rendere le persone e le cose sempre vive e presenti, anche se non fisicamente, nella società e fra la gente. Il ricordo e la memoria sono inevitabilmente legati a ciò che si è stati nella vita materiale. Francesco Arrigoni – il cui premio inventato, voluto e sostenuto da un gruppo di amici è giunto alla quinta edizione – ha seminato e lasciato un segno profondo nel corso della sua vita. Una vita legata al giornalismo, alla ricerca della conoscenza nel campo enogastronomico dei più alti livelli, ma anche alle storie delle persone che, lavorando la terra, allevando bestiame, plasmando i frutti della natura, hanno saputo rispettare le regole della vita e del mondo rurale. Continua a leggere

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Avvinando a Sicilia en Primeur 2017, seguici sui social

Anche quest’anno noi di Avvinando siamo stati invitati a partecipare a Sicilia en Primeur, evento organizzato da Assovini Sicilia che inizia con la Festa della Liberazione, in cui verranno presentate le bottiglie isolane che degusteremo da quest’anno. In attesa di parlarne diffusamente sul blog a manifestazione conclusa, non perdevi la nostra diretta social, specialmente su Twitter: per non sbagliare sintonizzatevi per tutta la settimana su @MediasetTgcom24, hashtag #avvinando come sempre.


La manifestazione enologica, che quest’anno punta allo sviluppo della sostenibilità ambientale, permetterà di degustare oltre 300 etichette di 49 aziende vinicole siciliane Continua a leggere

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Arriva Pasqua: l’abbinamento dei vini per il pranzo della domenica

Pasqua è alle porte e anche quest’anno dobbiamo scegliere i vini da abbinare ad agnello, colomba e così via. Noi di Avvinando vi proponiamo qualche idea di abbinamento per alcuni piatti tipici presi da varie regioni. Proveremo a fare un mix pazzo di vini dal buon rapporto qualità prezzo e a proporre come sempre qualche idea originale. A voi segnalare nei commenti qui sotto altre idee. Quanto ai vini suggeriti, sono stati tutti da noi assaggiati tra il 2016 e il 2017 e salvo diversa indicazione, l’annata si intende quella in commercio.

Auguri a tutti e… salute!

S&R

Ecco le nostre proposte per alcuni piatti tradizionali:

Casatiello – Grignolino del Monferrato doc il Ruvo Castello di Gabiano o Fortana Bosco Eliceo doc Corte Madonnina Continua a leggere

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

LIVE Vinitaly 2017, la diretta Twitter di Tgcom24 (e di Avvinando)

Noi di Avvinando potevamo mancare a Vinitaly? Certo che no e infatti siamo qui per una giornata all’insegna del buon bere. Potete seguirci, commentare, interagire con noi direttamente su Twitter grazie all’hashtag #Avvinando oppure tenere sempre d’occhio quello che facciamo con lo scorrere dei tweet direttamente qui sotto dove verranno raccolti tutti i nostri post e i vostri commenti. Cin!

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Valle dell’Acate, modernità e tradizione del vino siciliano.

Nella splendida cornice di Palazzo Serbelloni a Milano, abbiamo assaggiato le ultime annate dei vini di Valle dell’Acate, realtà tra le più dinamiche del ragusano, che esprime proprio questo territorio attraverso vini ottenuti da uve autoctone e tradizionali, ma non solo, in un’ottica moderna che li rende molto versatili e apprezzabili. Continua a leggere

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page