Valpolicella Superiore – A Territory Opportunity, a Verona è tempo di vini di territorio

La Valpolicella è una delle grandi zone vitivinicole d’Italia e negli ultimi anni vi abbiamo spesso parlato della crescita del territorio e dei suoi vini. Nel 2021, a seguito della pandemia, il Consorzio Tutela Vini ha deciso di puntare sempre più sul digitale e continuare con ancor maggior decisione sulla comunicazione del territorio attraverso tutti i suoi vini. La scorsa Valpolicella Annual Conference, evento che ha fissato l’asticella dei webinar e delle degustazioni online con campioni, bicchieri e materiali in grado di raggiungere gli operatori del settore del globo a casa propria, ha forse rappresentato il punto di partenza di questa accelerazione. Continua a leggere

Benvenuto Brunello Off 2021, a Montalcino l’annata 2016 in anteprima

Il Brunello di Montalcino è da sempre una delle eccellenze che rappresenta il nostro Paese dal punto di vista enologico nel mondo e che racconta in modo impeccabile il meraviglioso territorio della Toscana da cui proviene. Le ultime annate in particolare sembrano offrire ai consumatori una prospettiva di qualità sempre più elevata ed in continua crescita. Della celebrata 2015 vi abbiamo parlato lo scorso anno, qui vi racconteremo l’annata 2016 che ha avuto da subito il parere favorevole della critica internazionale. 2015 o 2016, a Montalcino il dibattito è aperto e i wine lover di tutto il mondo si stanno già dividendo. Noi sospendiamo il giudizio, sarà il tempo a dirimere la questione, quel che è certo è che siamo di fronte anche quest’anno a grandissimi vini che affronteranno più che serenamente gli anni e in cui tutta la tipicità e l’eleganza del Brunello di Montalcino sono rappresentate a pieno. Una grande notizia dopo un anno difficile come quello trascorso. Continua a leggere

Buttafuoco Storico, una bottiglia speciale per brindare ai 25 anni del consorzio

Il Club del Buttafuoco Storico compie 25 anni. Il consorzio nasce infatti nel 1996, sotto la Denominazione di Origine Controllata del Buttafuoco, per promuovere e tutelare lo storico vino rosso da sempre eccellenza dell’Oltrepò Pavese.

Lo scorso anno vi abbiamo raccontato i festeggiamenti con una strepitosa degustazione di annate storiche. Quest’anno i sedici produttori del Club presentano invece una bottiglia celebrativa e in edizione limitata prodotta dai 17 vigneti storici dei soci in soli 700 pezzi. Continua a leggere

“La Grazia” della Valtellina: dalla tradizione ai piwi

Ci sono cantine che a noi di Avvinando piacciono particolarmente: una di queste è La Grazia di Paolo Oberti e famiglia, in quel di Tirano, bellissimo avamposto italiano in Valtellina che guarda alla Svizzera. Ci piace per almeno due motivi: il primo è che per essere una cantina nata da pochissimo produce già ottimi vini , il secondo perché l’entusiasmo del titolare è straripante e contrariamente alle abitudini del territorio piuttosto tradizionali, non perde l’occasione di sperimentare. C’è un terzo motivo in verità: qui la viticultura è davvero “eroica” viste le pendenze di alcuni filari davvero al limite dell’equilibrio. Eravamo già stati lì qualche anno fa, da appena nata o quasi, tanto che i suoi sfursat (lo sforzato in dialetto) non erano ancora pronti e così siamo ritornati (in giorni in cui si è potuto fare) per capire un po’ come si erano evolute le cose in questo tempo di pandemia.
E così abbiamo trovato che oltre agli sforzati il buon Paolo Oberti si è lanciato su spumanti e vitigni piwi. A questo punto la curiosità era grande e li abbiamo assaggiati tutti. Continua a leggere

I migliori vini assaggiati alla Milano Wine Week 2020

Siamo stati a lungo indecisi se pubblicare o meno questo articolo. Non perché il contenuto si presti a chissà quale interpretazione, ma perché, pochi giorni dopo gli assaggi che qua raccontiamo, la situazione generale nel nostro Paese e a Milano in particolare è tornata a peggiorare. Non serve in questa sede addentrarsi in descrizioni di cose che, ahinoi, sono sotto gli occhi di tutti, ma per chi scrive di cose “leggere”, come solo per certi versi è il vino, in periodi drammatici il pericolo di essere fuori luogo è dietro l’angolo.

Dopo lunga riflessione ci siamo detti che, no, il vino, come tutte le eccellenze del nostro Paese, non è cosa leggera e merita di essere raccontato anche e più in momenti come questo. Chi lavora con serietà non deve essere penalizzato doppiamente perché nella nostra agenda mentale non c’è più spazio per parlare di ciò che ci dà piacere. Dunque torniamo indietro, alla settimana di cui vi abbiamo già parlato in cui Milano torna ad essere la capitale del vino e una sorta di Bengodi dei winelover. Continua a leggere

Autochtona 2020, annullato il banco d’assaggio pubblico, confermato il premio dedicato ai vini autoctoni italiani

Rispetto a quanto vi abbiamo raccontato sulla nuova edizione di Autochtona e alla luce della recente ordinanza della Provincia autonoma di Bolzano, il banco d’assaggio della manifestazione non sarà più aperto al pubblico. Si svolgeranno invece regolarmente i lavori della giuria degli Autochtona Award che si riunirà lunedì 19 e martedì 20 ottobre a Fiera Bolzano per decretare i vini vincitori tra le oltre 550 etichette candidate. Continua a leggere

Autochtona 2020, ecco come sarà l’appuntamento di Bolzano con gli autoctoni italiani

Il 19 e 20 ottobre torna di scena Autochtona, il salone dedicato ai vini da vitigni autoctoni di Fiera Bolzano. Dalla scorsa edizione, è inutile dilungarsi, è passata una pandemia mondiale e l’emergenza legata al Covid-19. Abbiamo incontrato Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano e Stefano Malagoli, direttore di Fruitecom, agenzia che co-organizza la manifestazione da 11 anni, per farci raccontare qualcosa di più dell’edizione che sta per cominciare e, più in generale, di come si stiano ripensando gli eventi legati al vino. Continua a leggere

Milano Wine Week 2020: vino, eventi e digital… Si può fare!

Si è appena conclusa la Milano Wine Week 2020, edizione che nasceva come una scommessa viste le turbolenze che hanno segnato il 2020 ed in particolar modo il settore degli eventi. Con oltre 300 eventi e 10.000 partecipanti di cui quasi un terzo connessi in diretta su web, possiamo dire che si è trattato di un’edizione riuscita e soprattutto coraggiosa, per il livello degli eventi presentati, per la formula innovativa ed ibrida e certamente per il momento storico in cui il tutto si è inserito.
A brevissimo vi racconteremo i nostri migliori assaggi, nel frattempo abbiamo chiesto a Federico Gordini, ideatore della manifestazione, un primo bilancio “a caldo” della kermesse. Siamo partiti dal tema per noi più interessante e contemporaneo, ovvero la ridefinizione degli eventi e delle degustazioni. Continua a leggere